Le mascherine anti-covid19 per le famiglie di Chieri si trovano al Museo del Tessile

Un kit di 20 mascherine contro la diffusione del contagio. Si possono acquistare, al prezzo di 50 euro, IVA compresa, al Museo del Tessile di Chieri. Uno speciale shop per la vendita è aperto nel complesso di via De Maria 10, dalle 10 alle 12 del mattino, dal lunedì al venerdì. Ma i pacchi si possono anche prenotare scrivendo a segreteria@fondazionetessilchieri.com.

Non sanitarie, ad uso della collettività, le mascherine sono di puro cotone, lavabili a 90 gradi in lavatrice e quindi riutilizzabili.

L’iniziativa, tesa ad assicurare un presidio di sostegno al territorio per contenere il coronavirus, prosegue la prima confezione di 2000 mascherine, uscite la settimana scorsa dalla Sartoria Sociale del Museo-Fondazione del Tessile e distribuite alle persone che stanno prestando servizio per i concittadini anziani e più deboli.

E ancora una volta l’operazione è il frutto della collaborazione tra più soggetti attivi sul territorio. Parte del Museo del Tessile di Chieri, la Sartoria Sociale, insieme con l’ente che la gestisce – l’Associazione PuntoACapo – conta anche oggi del supporto della cooperativa sociale La Contrada, che impegna nell’iniziativa alcune delle sue ospiti: tre delle sei sarte, già inserite nel progetto di inserimento e integrazione di donne in stato di disagio Reborn in Italy e già in coworking proprio nei locali della Sartoria Sociale.

Il ricavato delle vendite servirà a retribuire le lavoranti regolari, assicurare le forniture di materiale e sostenere le attività del museo. Parte delle mascherine prodotte saranno comunque sempre offerte gratuitamente alle associazioni impegnate nell’emergenza del Covid19.

Per questo la Fondazione del Tessile invita tutta Chieri a sostenere questa attività utile al territorio. Un caloroso grazie a chi vi vorrà aderire.